You are currently viewing BIFOOD 70 e 120, test intolleranze alimentari

BIFOOD 70 e 120, test intolleranze alimentari

  • Autore dell'articolo:

Pannelli per esami per intolleranze alimentari su sangue.

Al centro Benessere Kundalini è possibile prenotare ed effettuare Test per intolleranze alimentari, basati su prelievo di sangue venoso o capillare da dito. Questi test vanno a dosare il contenuto di immunoglobuline di classe IgG, responsabili di allergie ritardate immunomediate (o intolleranze alimentari). I pannelli disponibili in Kit sono: – BIFOOD 70 – BIFOOD 120, che verranno inviate al centro analisi BIANALISI di Carate Brianza. Con il test BIFOOD 70 oltre al referto verranno consegnate delle schede alimentari con consigli e informazioni relativi agli alimenti verso cui si è risultati intolleranti. Questi alimenti devono essere tolti dalla propria dieta per circa 4 settimane. Trascorso questo periodo, si possono reintegrare in modo graduale o a giorni alterni. Con il nuovo test BIFOOD 120 oltre al referto viene consegnato un piano alimentare ad esclusione (non dieta dimagrante); cioè si vanno ad escludere dall’alimentazione quegli alimenti verso cui si è risultati intolleranti. Trascorso un periodo di circa 4 settimane si possono reintegrare in modo graduale o a giorni alterni.

Le Allergie Ritardate IgG-mediate (o intolleranze alimentari) sono patologie caratterizzate dalla produzione di anticorpi IgG nei confronti di uno o più alimenti. Solitamente gli alimenti coinvolti sono quelli che vengono introdotti con la dieta più frequentemente e in maggior quantità.

Chi è affetto da questa forma di allergia può sviluppare uno o più dei seguenti disturbi:

  • Disturbi gastrointestinali: Nausea, Vomito, Dolore addominale, Diarrea,stitichezza
  • Disturbi respiratori: Rinite, Asma bronchiale, Sinusite,Dispnea
  • Disturbi dermatologici; Acne, Eczema, Prurito, Psoriasi, Orticaria
  • Disturbi neurologici e psicologici: Cefalea, Emicrania, Prurito, Vertigini
  • Iperattività

Tutti questi disturbi, in genere, tendono a divenire cronici e non scompaiono se non con l’eliminazione completa degli alimenti responsabili.

Un aspetto su cui spesso si fa confusione è che queste forme di intolleranze non hanno niente a che vedere con l’intolleranza al lattosio o con la celiachia. I test per le intolleranze alimentari non possono in nessun caso fornire indicazioni relative a queste due intolleranze. Infatti, in tali casi è necessario ricorrere ad analisi specifiche quali: test genetici, Breath test per intolleranza al lattosio o test anticorpali per la celiachia.